Giulia Castaldi


La mia prima conoscenza con lo shiatsu è cominciata molti anni fa, nei primi anni '90 quando per un anno ho frequentato a Milano un corso di shiatsu.

Poi per impegni lavorativi non ho più proseguito il percorso.

Negli anni comunque ho ricevuto trattamenti perché sentivo che mi facevano bene.

Nel novembre 2012 mi sono iscritta ad un propedeutico di shiatsu e da lì ho proseguito il mio percorso alla scuola di Daniele Giorcelli a Leinì.

Ho concluso i tre anni di studi e sono professionista attestata Fisieo.

I miei studi proseguono tutt'ora, non ho smesso di seguire seminari, convegni e giornate di formazione.

Oltre allo shiatsu ho sempre avuto la passione per lo sport: ho praticato nuoto agonistico, sci agonistico e per anni appena potevo frequentavo la montagna, mi sono dedicata a trekking, sci alpinismo e arrampicata.

Altre discipline a cui mi sono dedicata sin da giovane sono la danza, lo yoga e il tai chi, qi gong e che tutt'ora pratico, perché contengono quegli aspetti di ricerca, conoscenza di sè, espressività corporea che mi hanno sempre interessata più che la mera competizione e il risultato.

Anche il taoismo è una filosofia in cui mi sono subito riconosciuta e che oltre allo studio ho applicato nella mia vita in modo libero e spontaneo.

Lo shiatsu corrisponde a tutti questi aspetti che da sempre mi interessano, è un percorso di continua crescita personale sia per la ricerca e lo studio teorico, per l'affinamento della tecnica e delle capacità manuali e soprattutto per l'aspetto di relazione e di ascolto di se stessi e dell'altro.